Informativa sul trattamento dei dati personali

Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 recante la disciplina europea per la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (General Data Protection Regulation, in seguito "GDPR"), e nel rispetto del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, così come novellato dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101, si informa che i dati personali forniti dagli interessati formeranno oggetto di trattamento nel rispetto degli obblighi di riservatezza previsti dalla normativa sopra richiamata cui è tenuto il Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale Incentivi alle Imprese (di seguito "DGIAI").

1. Soggetti del trattamento

Titolare del trattamento è il Ministero dello Sviluppo Economico (in seguito definito "Ministero"), con sede in Roma (Italia), via Veneto 33, 00187 (urp@mise.gov.it).

Il trattamento dei dati personali forniti dagli interessati potrà essere effettuato anche da società, enti o consorzi, nominati Responsabili del trattamento ai sensi dell’art. 28 del GDPR, che, per conto del Titolare del trattamento, forniscono specifici servizi elaborativi o attività connesse, strumentali o di supporto adottando tutte quelle misure tecniche e organizzative adeguate a tutelare i diritti, le libertà e i legittimi interessi che sono riconosciuti per legge agli interessati.

2. Base giuridica del trattamento.

I dati personali sono trattati dal Ministero nell'esecuzione dei propri compiti di interesse pubblico o comunque connessi all'esercizio dei propri pubblici poteri ovvero al fine di adempiere ad un obbligo di legge.

L’eventuale trattamento di categorie particolari di dati personali è effettuato per motivi di interesse pubblico rilevante (l’art. 2-sexies, comma 2, lettera m del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 s.m.i. riconosce come “rilevante” l'interesse pubblico relativo a trattamenti effettuati da soggetti che svolgono compiti di interesse pubblico o connessi all'esercizio di pubblici poteri nella concessione, liquidazione, modifica e revoca di benefici economici, agevolazioni, elargizioni, altri emolumenti e abilitazioni) sulla base del diritto dell'Unione europea ovvero, dell’ordinamento interno, delle disposizioni di legge o, nei casi previsti dalla legge, di regolamento che specifichino i tipi di dati che possono essere trattati, le operazioni eseguibili e il motivo di interesse pubblico rilevante, nonché le misure appropriate e specifiche per tutelare i diritti fondamentali e gli interessi dell'interessato.

3. Finalità del trattamento.

I dati personali trasmessi al Ministero attraverso compilazione e inoltro di moduli e/o domande, vengono trattati per rispondere alle richieste degli interessati, istruire un procedimento amministrativo (in questo caso la finalità viene perseguita durante tutta la fase di gestione della procedura di accesso alle agevolazioni, incluse quella endoprocedimentale, procedimentale, istruttoria e di erogazione dell’agevolazione), oltre che per assolvere ad eventuali obblighi di legge, contabili e fiscali.

Il conferimento dei dati personali per le finalità sopra indicate è facoltativo, esplicito e volontario, ma in difetto non sarà possibile, per il Titolare del trattamento, procedere all’adempimento delle finalità istituzionali, né dare esecuzione ai propri compiti con conseguente pregiudizio per l'erogazione delle prestazioni connesse.

4. Tipologia di dati trattati

Dato personale

Qualsiasi informazione concernente una persona fisica identificata o identificabile. È identificabile la persona fisica che può essere individuata, direttamente o indirettamente, con particolare riferimento a un identificativo personale come il nome, il codice fiscale, l’immagine, la voce, i dati relativi all'ubicazione, un identificativo digitale o tramite uno o più elementi caratteristici della sua identità fisica, fisiologica, genetica, psichica, economica, culturale o sociale.

Dati di navigazione.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP, gli indirizzi in notazione URI/URL (Uniform Resource Identifier/Locator) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.

Tali dati, necessari per la fruizione dei servizi web, vengono anche trattati allo scopo di:

  • ottenere informazioni statistiche sull'uso dei servizi (pagine più visitate, numero di visitatori per fascia oraria o giornaliera, aree geografiche di provenienza, ecc.);
  • controllare il corretto funzionamento dei servizi offerti.
5. Modalità di trattamento e periodo di conservazione.

I dati personali sono trattati secondo i principi di liceità, correttezza, trasparenza e vengono acquisiti e conservati con l’ausilio di strumenti, anche elettronici, idonei a garantirne la sicurezza e la riservatezza secondo le modalità previste dalle leggi e dai regolamenti vigenti.

I dati personali potranno essere condivisi, per finalità istituzionali, con soggetti nei confronti dei quali la comunicazione sia prevista da disposizioni di legge, da regolamenti ovvero con soggetti pubblici per lo svolgimento delle loro funzioni istituzionali (a titolo esemplificativo Autorità con finalità ispettive o che svolgono attività di controllo o di verifica).

I dati personali saranno conservati per il tempo necessario per l’esecuzione degli adempimenti connessi all’attuazione dell’istanza dell’interessato e comunque per un periodo non superiore a 10 anni dall’ultimo atto amministrativo.

I dati trasmessi dall’interessato, ivi compreso il Curriculum Vitae (CV) così come caricato in piattaforma, saranno oggetto di pubblicazione nell’elenco istituito ai sensi dell’articolo 5 del decreto DM 7 maggio 2019 (Voucher per consulenza in innovazione) comprendente i soggetti abilitati allo svolgimento degli incarichi manageriali oggetto di agevolazione ai sensi dello stesso decreto.

6. Luogo di trattamento.

I dati vengono trattati ed archiviati presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale Incentivi alle Imprese – Viale America 201, 00142 Roma e presso società terze anche operanti tramite servizi Cloud certificati da AgID, che svolgono, per conto del Ministero, attività di gestione tecnica delle piattaforme informatiche dedicate all'erogazione dei servizi a supporto nelle varie fasi di gestione delle agevolazioni.

7. Diritti degli interessati

Gli interessati possono esercitare i diritti previsti dal Capo III del GDPR nei limiti ed alle condizioni ivi previste:

  • accesso ai dati (art. 15): l'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e, in tal caso, di ottenere l'accesso ai dati personali in un formato elettronico di uso comune ed alcune informazioni sul trattamento (es. finalità, categorie di dati trattati, destinatari a cui sono comunicati, trasferimenti extra UE, attuazione di attività di profilazione, ecc.);
  • rettifica dei dati (art. 16): l’interessato ha il diritto di ottenere la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e/o l’integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa;
  • cancellazione dei dati o "diritto all’oblio" (art. 17): l’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano senza ingiustificato ritardo e il titolare del trattamento ha l’obbligo di cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali;
  • limitazione del trattamento (art. 18): l’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la limitazione del trattamento;
  • portabilità dei dati (art. 20): l’interessato ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che lo riguardano forniti a un titolare del trattamento e ha il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte del titolare del trattamento cui li ha forniti;
  • opposizione al trattamento (art. 21): l’interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento, per motivi connessi alla sua situazione particolare, al trattamento dei dati personali che lo riguardano ai sensi dell’articolo 6, paragrafo 1, lettere e) o f ), compresa la profilazione sulla base di tali disposizioni.

Ai sensi dell’art. 12 del GDPR il Ministero ricorda all’interessato che le informazioni fornite ai sensi degli articoli 13 e 14 ed eventuali comunicazioni e azioni intraprese ai sensi degli articoli da 15 a 22 e dell’articolo 34 sono gratuite. Tuttavia, se le richieste si dovessero rilevare manifestamente infondate o eccessive, in particolare per il loro carattere ripetitivo, il Ministero potrà:

  • addebitare un contributo spese ragionevole tenendo conto dei costi amministrativi sostenuti per fornire le informazioni o la comunicazione o intraprendere l’azione richiesta; oppure
  • rifiutare di soddisfare la Sua richiesta.

L'apposita istanza è presentata contattando l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Ministero (urp@mise.gov.it).

8. Diritto di reclamo

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti avvenga in violazione di quanto previsto dal GDPR hanno il diritto di proporre reclamo all'Autorità Garante per la protezione dei dati personali (Garante Privacy) via e-mail, all’indirizzo garante@gpdp.it oppure urp@gpdp.it, via fax 06.696773785, oppure via posta al Garante per la protezione dei dati personali che ha sede in Roma (Italia), Piazza Venezia n. 11 – Cap 00187, o alternativamente mediante ricorso all’Autorità giudiziaria.